News Container
Latest News

PRATO DRAGONS – CANTINI LORANO SRL OLIMPIA LEGNAIA 72 – 63

La Cantini Lorano s.r.l. Olimpia Legnaia chiude il suo storico campionato con una sconfitta indolore contro Pallacanestro Prato Dragons. Il match si complica sul finale del primo quarto e, nonostante la rimonta dei giallo-blu nel finale, il risultato non cambia.

SERIE C GOLD – PRIMA FASE – 30º GIORNATA
Domenica 23 Aprile 2023 @ PalaToscanini

PRATO DRAGONS-OLIMPIA LEGNAIA 72-63
(28-16, 41-31, 60-46, 72-63)

PRATO DRAGONS
Staino 22, Salvadori 20, Magni 12, Mascagni 5, Danesi 1, Smecca 5, Manfredini Sisostri 4, Navicelli 3, Ndoye, Forti ne, Chiti ne, Meti ne.
Coach: Pinelli Ass. Gabbiani

CANTINI LORANO SRL OLIMPIA LEGNAIA
Del Secco 9, Scampone 7, Sakerllariou 6, Nikoci 6, Merlo 2, Cherubini 17, Radchenko 9, Quaglia 5, Giannozzi 2, Pinarelli, Catalano, Pracchia.
Coach: Zanardo Ass. Armellini e Caimi

Parziali: 28-16, 41-31, 60-46, 72-63.

Arbitri: Montano e Forte di Siena

Cantini Lorano srl

Si parte con il primo quarto dove Legnaia rompe il ghiaccio dopo appena 40 secondi con uno strappo in mezzo al campo di Scampone, che si libera all’altezza del gomito e realizza un floater vincente. Ma la squadra di casa risponde subito con l’ex di turno mascagni Mascagni, che lavora di fisico spalle a canestro e pareggia i conti. Il match si accende presto, con un importante rimbalzo di Nikoci (il quale aveva già preso confidenza col canestro) che smista un pallone a Sakellariou, che non fallisce il tiro da 3 ospite. Ma Prato non molla e risponde con l’ottima vena realizzativa del capitano Staino, che sigla il canestro del pareggio dall’angolino, dimenticato dalla retroguardia giallo-blu. Il duello tra Sakellariou e Staino si fa sempre più acceso, con il primo che continua a scaldare le mani grazie ai servizi di Del Secco, mentre il secondo si dimostra ancora più preciso in seconda battuta, realizzando ben due triple consecutive e battendo il conto dei tiri da tre dell’avversario. Nel cuore del primo quarto, sul punteggio di 13-10 a favore dei padroni di casa, è ancora Sakellariou a controbattere, servendo un pallone d’oro per Nikoci che non ha problemi ad appoggiare il tiro. Tuttavia i legnaioli subiscono un parziale dei padroni di casa, favorito dal fallo e canestro di Salvadori, al quale si aggiunge una sua tripla importante. Gli ospiti giallo-blu non riescono a controbattere, dimostrandosi sfortunati in una fase offensiva che diventa sempre più macchinosa. E con questo il primo quarto si conclude, con il punteggio di 28-16 a favore della squadra di casa.

Arrivati al secondo quarto i giallo-blu chiamati a fare di più. Ma è Prato a dare il via alle ostilità con un preciso Magni che, da sotto canestro, realizza il canestro che fa toccare le trenta lunghezze nel punteggio. Gli ospiti, dopo due minuti non facili, cercano di forzare alcune azioni senza però ottenere i frutti sperati, ma si affidano a Cherubini, abile nello sgusciare sulla destra del campo e conquistarsi un viaggio dalla lunetta, che converte con maestria. Salvadori, però, dimostra di essere un lusso per questa categoria e, spalle al canestro, riesce a girarsi nonostante la stretta marcatura avversaria. Un tentativo di emulazione da parte di Quaglia, altrettanto esperto, si conclude invece con un nulla di fatto, anche se Del Secco è pronto a raccogliere il rimbalzo che gli consente di prendersi due liberi, purtroppo non concretizzati. Sul finale torna in campo un ispirato Nikoci, stasera particolarmente in forma, che con tre centri consecutivi da sotto il canestro consente ai suoi di avere ancora una partita prima del riposo.

Al via del terzo quarto, i ragazzi di Legnaia sono in difficoltà, con un distacco di dieci punti dai loro avversari. La situazione non migliora quando, pronti via, Salvadori, ancora una volta, si fa sentire con una progressione fulminea che fa impazzire la difesa avversaria. La risposta arriva dal solito Del Secco, che con la sua abilità riesce ad accorciare le distanze grazie ad un meraviglioso semigancio. Purtroppo, la felicità dei giallo-blu è di breve durata, poiché Salvadori non si ferma e, stavolta con un tiro dalla distanza, regala ai suoi una situazione di assoluta tranquillità. Per vedere le azioni migliori di Legnaia, bisogna aspettare la fine del quarto, quando Scampone e Cherubini dimostrano tutta la loro abilità nel palleggio. Tuttavia, le azioni offensive manovrate non sono sempre efficienti e coach Zanardo deve rimproverare i suoi giocatori più volte per questo motivo. A metà del quarto, Staino mette il sigillo sulla partita con una doppia tripla vincente (il suo sesto centro dall’arco in questa partita), facendo salire il punteggio a 60-46 a favore dei suoi.

All’inizio del quarto finale, Radchenko rompe il ghiaccio con un importante canestro allo scadere dei 24 secondi, riducendo il divario a -12. Poco dopo, Merlo serve un bel pallone a Quaglia, che nonostante la marcatura riesce a depositare la palla nel canestro, ma non è sufficiente: i giallo-blu devono alzare il ritmo e stringere le maglie difensive. È ancora Radchenko, questa volta lavorando il rimbalzo dopo un ottimo terzo quarto di Catalano, a segnare il canestro che riporta la squadra a soli 10 punti di distanza, quando mancano ancora 6 minuti alla fine. Il fallo e il canestro di Quaglia sono il campanello d’allarme per l’allenatore di casa, costretto a chiamare un minuto di tempo. Il momento decisivo del match arriva a cinque minuti dalla fine, quando Radchenko realizza una tripla, dimostrando di essere l’assoluto protagonista del quarto periodo, portando il parziale a 2-12 e riportando il divario a soli 4 punti. I legnaioli provano a sfruttare l’occasione, ma Magni, sempre attento sotto il canestro a rimbalzo, gela gli ospiti, allo stesso tempo dando un segnale ai padroni di casa. A due minuti dalla fine, con Prato nuovamente in largo vantaggio, Scampone riesce a riavvicinare il punteggio con una tripla forzata ma vincente che vale il -5. Tuttavia a chiudere la partita è ancora Salvadori, incontenibile anche dall’arco, che segna un tiro non perfetto ma decisivo, a cui Cherubini cerca di rispondere troppo tardi. Il match si conclude con il punteggio di 72-63 a favore di Prato.

Share it!
Jacopo Mannina
Jacopo Mannina
Articoli: 164

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Verified by MonsterInsights