News Ticker
Martedì 4 Giugno 2024 la cena di saluto al PalaCantini: a breve tutte le info!

BASKET VOLTERRA – PROGET IMPIANTI OLIMPIA LEGNAIA 67 – 49

Ci prova fino alla fine la Proget Impianti Olimpia Legnaia che dà del filo da torcere alla seconda della classe di Basket Volterra sul suolo nemico.

DIVISIONE 2 – 4º RITORNO
Domenica 18 Febbraio 2024 @ Palestra Via Fonda

VOLTERRA-OLIMPIA LEGNAIA 67-49
(13-9, 31-23, 49-39, 67-49)

BASKET VOLTERRA
Parenti 22, Anichini 14, Signorini 5, Giannetti 3, Scabia 2, Bassi 10, Capace 4, Hyzmo 3, Fidanzi 2, Taddei 2, Montorzi, Buresta ne.
Coach: Ribechini

PROGET IMPIANTI OLIMPIA LEGNAIA
Gerbi 18, Carli 10, Bensi 6, Spadetto 5, Mori 3, Margheri 5, Masi 2, Taccetti, Lanzi.
Coach: Dindelli Ass. Lupori

Parziali: 13-9, 31-23, 49-39, 67-49.

Arbitri: Riccardini di Poggibonsi (SI) e Montano di Monteriggioni (SI)

Proget Impianti srl

Non è una buona partenza per la squadra ospite, che dopo due contropiedi preceduti dalla tripla di Trafeli, si trova già sotto di 7 in meno di un giro di orologio. Volterra difende bene, chiudendo ogni spazio per le vie centrali dove Carli e Cambi sbattono contro il muro. Bisogna trovare un appoggio all’indietro per un tiratore per poter ferire i padroni di casa e in tal senso il jumper dalla media distanza di Bensi vale oro per poter quanto meno sbloccare il punteggio. Il gioco non decolla nemmeno nella parte centrale, in cui i giallo-blu vedono Volterra mettere subito le cose in chiaro con un imprendibile Parenti che attacca il ferro e ferisce per la terza volta. Dopo un time-out imposto da coach Dindelli, i legnaioli iniziano, nonostante il colpevole ritardo, l’operazione rimonta che parte soprattutto da una fase difensiva più accorta, soprattutto a rimbalzo, dove adesso gli ospiti dominano tutti i palloni prima di ripartire in transizione e colpire con Spadetto, che appoggia dopo uno strappo in velocità. Bensi, sempre preciso, con un piazzato dal tiro libero, ricuce fino al -4, lunghezza mantenuta fino al termine del quarto, dove la bomba di Mori ed il fallo e canestro di Taddei si annullano sul punteggio di 13-9.

Finalmente il match, all’alba del secondo quarto, guadagna di ritmo quando entrambe le formazioni cercano di accelerare le manovre ed attaccare. Da una parte si cerca la tecnica, come nel caso del tiro di Bassi da oltre l’arco, dall’altra si fa leva sull’agonismo, come dimostra una perfetta prima parte di quarto di Gerbi, che con le sue lunghe leve si mangia al palleggio il diretto avversario per tre volte monopolizzando il punteggio per i legnaioli. Con gli ospiti attaccati nel punteggio, coach Pacini chiede un minuto per cercare di imbastire un gioco che possa ricalcare quello del primo quarto e ci riesce. Con una circolazione di palla precisa, Volterra si riporta avanti con un break che ammonta a 7 lunghezze. Dall’altra parte si sblocca Carli, in ombra fino a questo momento, con due appoggi che tengono a galla i suoi ma che non impediscono di far scivolare il punteggio, all’intervallo, sul 31-23.

Così come era accaduto nella prima frazione, i giallo-blu esordiscono nel secondo tempo con basse percentuali dalla lunetta, vero e proprio tallone d’Achille della serata. Dall’altra parte invece il gioco complessivo da 5 punti di Anichini, fatto di un jumper ed una tripla, indirizza la partita con il massimo vantaggio per Volterra, che vuole subito archiviare la pratica. A portare il primo +2, anzi +3, del secondo tempo è ancora Gerbi, bravo nel costruirsi l’occasione dal palleggio. Poco dopo, successivamente ad un viaggio dalla lunetta stavolta completamente sfruttato, Bensi prova ad imitare il compagno anche se purtroppo pesta la linea dei tre punti ed il suo buon tiro non vale il massimo della posta. I padroni di casa, tuttavia, danno l’impressione di non volersi guardare indietro e ad ogni occasione sono più che pericolosi, soprattutto con la propria ala grande Parenti, che scivola lungo la linea di fondo svitandosi poi per appoggiare. Sul finale, dopo un acuto di Masi, con la bomba di Margheri proprio allo scadere, Legnaia mantiene un barlume di speranza ma ormai la doppia cifra di distacco, sul 49-39, sembra difficile da abbattere.

È ancora Margheri a rendersi decisivo in avvio dell’ultima frazione. Negli ultimi 10 minuti, però, sono i padroni di casa a fare meglio, sfruttando ogni occasione per portarsi ora sul +13 con la bomba di Anichini, non coperto sul suo letale tiro da lontano, ora sul +15 dopo un’altra bomba dell’ala piccola di Volterra. È dall’angolino, infatti, che i padroni di casa riescono a portarsi a casa questi due punti. Ai giallo-blu va riconosciuto però uno scontro ad armi quasi pari contro i primi della classe. Precisione ed incostanza nel reggere difensivamente sono le cause della sconfitta. Nel finale, per addolcire il punteggio di questa trasferta impervia, ci prova ancora Carli in appoggio ed il punteggio si ferma su un netto 67-49.

Share it!
Jacopo Mannina
Jacopo Mannina
Articoli: 161

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Verified by MonsterInsights