VIRTUS SIENA – CANTINI LORANO SRL OLIMPIA LEGNAIA 71 – 73

Splendida vittoria in casa della Virtus Siena per la Cantini Lorano srl Olimpia Legnaia. Dopo aver dominato per larghi tratti di gara, i giallo-blu subiscono la rimonta dei padroni mantenendo un margine minimo nel finale.

SERIE C GOLD – PRIMA FASE – 10º GIORNATA
Domenica 27 Novembre 2022 @ PalaVivaldi

VIRTUS SIENA-OLIMPIA LEGNAIA 71-73
(27-27, 39-45, 58-61, 71-73)

VIRTUS SIENA
Bartoletti 20, Olleia 14, Caridi 11, Banchero 10, Costantini 10
, Berardi 4, Calvellini 1, Bianchi, Ricciardelli, Imbrò, Cacciatori ne.
Coach: Franceschini Ass. Braccagni

CANTINI LORANO SRL OLIMPIA LEGNAIA Sakellariou 23, Nikoci 13, Merlo 11, De Secco 6, Scampone 6, Catalano 8, Pinarelli 2, Pracchia 2, Radchenko 2, Pinarelli, Baldinotti, Riboli.Coach: Zanardo Ass. Armellini e Caimi

Parziali: 27-27, 39-45, 58-61, 71-73.

Arbitri: Baldini di Castelfiorentino (FI) e Giannini di Empoli (FI)

Cantini Lorano SRL

Primi minuti della prima frazione di gioco che si aprono con due possessi non concretizzati dai legnaioli che tentano la conclusione dalla distanza. Caridi realizza il primo centro del match ma poco importa, la squadra ospite è infatti capace di costruire una manovra fluida capitalizzata sotto canestro ora da Nikoci ora da Del Secco. Si svegliano i padroni di casa, che dopo aver subito un’interessante azione da parte di Merlo, iniziano ad essere più precisi sia sotto canestro ma soprattutto dalla distanza. Le tre triple in rapida sequenza, inaugurate dal centro di Olleia, portano Siena sul 12-6 a cinque minuti dalla conclusione della frazione. Poco dopo rispondono i giallo-blu con un accelerato ritmo offensivo, che porta alla prima tripla di serata firmata da Sakellariou. Il numero 13 di Legnaia ritenta la conclusione poco dopo scontrandosi tuttavia sul ferro. Sul rimbalzo, un attento Merlo raccoglie la palla ed insacca dall’arco il canestro che riporta a contatto i suoi. Il punto del pareggio lo trova, proprio sulla sirena, il subentrato Catalano con una tripla (la seconda nell’arco di trenta secondi) nonostante il pressing avversario.

Secondo tempo che vede i legnaioli confermare l’ultima parte in crescendo della prima frazione. Baldasseroni stappa la lattina e Nikoci dà seguito alla buona azione del compagno raccogliendo un rimbalzo ed ottenendo un fallo e canestro. Una serie di imprecisioni di Siena consentono agli ospiti di scappare con Catalano protagonista di un fulmineo contropiede che vale il +6. Dopo un’azione dove forse c’erano gli estremi per un fischio dell’arbitro, Scampone trova i due punti che portano i suoi 10 lunghezze sopra gli avversari. Tentativi di fuga infranti per i legnaioli che devono fare i conti con la rinascita negli ultimi tre minuti della squadra di casa. La Virtus Siena, ancora con Caridi, perfetto prima nel mettersi in proprio, scivolando in mezzo all’area, e poi servito da un compagno, realizza due canestri. Sakellariou cerca di ristabilire l’ordine con una tripla ma sarà il tiro da quasi metà campo, sul fil di sirena, centrato da Costantini, a ridare speranza ai padroni che si riavvicinano sul 39-45.

Terzo tempo che si apre con un ottimo dialogo fra Nikoci e Sakellariou con quest’ultimo che si ritaglia alla fine uno spazio per liberare l’ennesima bomba di serata. Ancora Scampone ed il pigliatutto Nikoci certificano il vantaggio giallo-blu ma colui che sembra veramente infallibile, ancora dall’arco, è Sakellariou. Dopo il break positivo di Legnaia, quando il risultato è sul 41-55, l’allenatore della Virtus è costretto a chiamare timeout. Nella seconda parte di quarto, la squadra in maglia bianca rosicchia progressivamente il distacco. Un paio di possessi persi per gli ospiti favoriscono i canestri di Banchero in ripartenza che portano di nuovo le squadre attaccate sul 58-61.

Tutto è da decidere in quest’ultima frazione di gara. Bartoletti è veloce a recuperare palla su Sakellariou ed insacca il canestro del -1. Dopo un minuto e mezzo i precisi liberi di Berardi e l’ottima azione di uno scatenato Bartoletti portano ora avanti i padroni di casa sul +3. Coach Zanardo cerca di apporre delle modifiche alla squadra chiamando il minuto di tempo. Il controsorpasso è firmato da Nikoci che sblocca i suoi in fase realizzativa. Entra bene in campo anche Radchenko che prima stoppa un avversario e poi si fa trovare pronto nel pitturato realizzando un prezioso canestro. A 5 minuti dalla conclusione è chiaro che entrambe le squadre vogliono portarsi a casa la partita, non è chiaro però chi sarà a farlo dato che si gioca punto a punto. Mancano 2 minuti e sul risultato di 71-70, Sakellariou realizza la sua quinta tripla personale. Sul +2 i legnaioli sprecano vari tentativi per chiudere il match, il punteggio è congelato, nemmeno gli avversari sono in grado infierire. Sull’ultima azione della Virtus, prima Costantini e poi Caridi spediscono la palla nei pressi del canestro ma quest’ultima balla sul ferro senza mai entrare. L’Olimpia Legnaia può dunque gioire e tornare alla vittoria dopo una partita al cardiopalma.

Share it!
Jacopo Mannina
Jacopo Mannina
Articoli: 43

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *