DON BOSCO LIVORNO – CANTINI LORANO SRL OLIMPIA LEGNAIA 56 – 89

Determinante successo della Cantini Lorano srl Olimpia Legnaia che non fallisce il test contro l’ultima in classifica. A Livorno, sponda Don Bosco, i legnaioli impongono fin dal primo quarto tutta la loro qualità ottenendo la prima vittoria esterna in campionato.

SERIE C GOLD – PRIMA FASE – 8º GIORNATA
Sabato 19 Novembre 2022 @ PalaMacchia

DON BOSCO LIVORNO-OLIMPIA LEGNAIA 56-89
(10-25, 25-48, 39-73, 56-89)

DON BOSCO LIVORNO
Mori 10, Deri 8, Paoli 6, Maniaci 2, Carlotti 2, Ciano 10, Giachetti 9, Baroni 3, Beltrame 2, Apolloni 2, Balestri 2, Bandini.
Coach: Barilla Ass. Bereziartua

CANTINI LORANO SRL OLIMPIA LEGNAIA Nikoci 24, Sakellariou 18, Pracchia 11, Scampone 10, Merlo 6, Catalano 6, Baldinotti 5, Riboli 5, Pinarelli 4, Del Secco ne. Coach: Zanardo Ass. Armellini e Caimi

Parziali: 10-25, 25-48, 39-73, 56-89.

Arbitri: Zanzarella e Forte di Siena

Cantini Lorano SRL

In avvio si nota subito la volontà e la concentrazione degli uomini di coach Zanardo nell’applicare gli schemi studiati durante la settimana per ferire gli ospiti. Uno di questi ha come attore principale lo scarico al centro dell’area su Nikoci. Quest’ultimo sovrasterà spesso gli avversari livornesi divenendo il miglior realizzatore di serata. Nel primo prolifico quarto degli ospiti c’è spazio però anche per altri interpreti. Uno di questi, Sakellariou, dopo appena tre minuti centra la prima tripla della serata giallo-blu. Ai tentativi della squadra di casa di rimanere a contatto, portati avanti da Maniaci e Carlotti, risponde un ispirato Pracchia, che non fa sentire l’assenza di un infortunato capitan Del Secco. Il numero 6 ospite, col suo terzo canestro consecutivo porta i suoi sul 6-12. Il match si mette in discesa quando poco dopo Scampone prima e Sakellariou poi realizzano due triple su ottimi sviluppi di manovra offensiva. Si conclude un primo tempo che vede le squadre ferme sul parziale di 10-25.

Secondo quarto che si apre col solito Nikoci, che con costanza, sfrutta adesso l’indecisione difensiva di Balestri per appoggiare a canestro. Il numero 24 livornese si fa perdonare cercando di dare vita alla propria squadra realizzando un canestro subendo fallo. Sakellariou però dalla distanza, dal piazzato e dalla lunetta è un vero e proprio cecchino. Il parziale oramai garantisce a Legnaia la possibilità di giocare con la mente sgombra non forzando mai il tiro come nel caso della splendida azione poi conclusa dalla seconda tripla di Scampone.

Ripresa che conferma il tema della partita vista fin qui: Legnaia che attacca e bene, spesso pescando il jolly dalla distanza, e Livorno incapace di reagire. Il primo +2 del terzo quarto è realizzato da Merlo, ottimo anche nelle veci dell’assist man pronto a servire uno strabordante Nikoci, presenza fissa sotto il canestro. C’è spazio e minutaggio anche per il rientrante Catalano, autore della tripla che porta i suoi a superare la soglia dei sessanta punti.

In conclusione di match c’è da registrare un leggero calo per gli ospiti che adesso giocano in maniera meno martellante. Livorno grazie al bonus riesce a bypassare la solida difesa di Legnaia e riesce a realizzare numerosi tiri dalla lunetta con Ciano. Dall’altra parte, ottime azioni come quelle di Baldinotti e Pinarelli certificano la qualità e la profondità della rosa giallo-blu. Nikoci infrange la soglia degli ottanta punti. A meno di due minuti dalla fine, una bella percussione di Scampone libera al tiro Merlo che restituirà poi il favore al play di Legnaia. Si conclude dunque un match dominato da parte dei legnaioli che possono dunque coltivare la loro striscia positiva in campionato.

Share it!
Jacopo Mannina
Jacopo Mannina
Articoli: 43

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *