CANTINI LORANO SRL OLIMPIA LEGNAIA – VIRTUS SIENA 74 – 59

Non mancano mai le emozioni quando la Cantini Lorano srl Olimpia Legnaia gioca al Filarete. E, questo sabato, la sfida con la Virtus Siena di emozioni ne ha regalate molte. Alla fine a prevalere è stata la formazione di coach Zanardo che ha avuto il merito di continuare a giocare il suo basket quando, a metà secondo quarto, pareva che l’inerzia della partita fosse inesorabilmente a favore dei senesi.

SERIE C GOLD TOSCANA – 13ª GIORNATA
Sabato 18 Dicembre @ PalaFilarete di Firenze

OLIMPIA LEGNAIA – VIRTUS SIENA 74-59
(16-16, 30-39, 55-49, 74-59)

CANTINI LORANO SRL OLIMPIA LEGNAIA
Gobbato 18, Del Secco 15, Guzzon 8, Scampone 5, Nikoci 4, Baldinotti 12, Catalano 9, Andrei 2, Pazzagli 1, Susini, Nardi, Mpeck.
Coach: Zanardo Ass. Armellini e Soldaini

VIRTUS SIENA
Nepi 23, Olleia 12, Zambonin 9, Cannoni, Lenardon, Bianchi 9, Bartoletti 4, Braccagni 2, Avdiu, Costantini, Calvellini ne, Bruno Ceriglio ne.
Coach: Spinello Ass. Braccagni e Papi

Arbitri: Sposito di Livorno e Sgherri di Livorno

Cantini Lorano SRL

Nei primi minuti del primo quarto quello che si vede in campo è un basket caratterizzato da diversi errori, da una parte e dall’altra. Finita la fase di rodaggio è Legnaia a prendere il mano il pallino del gioco con Nikoci che a 6’45” appoggia a canestro la palla del 6-3. È però Baldinotti il protagonista di questo quarto: due triple consecutive per il numero 9 gialloblu portano il risultato sul 16-10 a 1’05”.

Siena riesce chiudere la prima frazione di gioco in parità per poi continuare a giocare con precisione nel secondo quarto. A 7’33” dall’intervallo lungo Zambonin fa 2 su 2 dalla lunetta e regala il +4 ai suoi. Legnaia fatica a contenere le iniziative ospiti e le tante palle perse in attacco dai gialloblu aiutano Virtus a mettere a segno un incredibile parziale di 0-19 a cavallo fra primo e secondo quarto, chiuso dal long two di Bartoletti allo scadere dei 24″. A 4’15” Legnaia torna a segnare, merito di Gobbato che realizza i punti del 18-29. I legnaioli tornano in partita e le triple di Guzzon e Scampone riducono il gap a -9 quando suona la sirena di metà gara.

È ancora Gobbato a rendersi protagonista a inizio terzo quarto: sua la tripla dall’angolo a 9’22” che vale il 33-39 e che sposta l’inerzia della gara a favore di Legnaia. Episodio importante a 6’00”, sul 40-45, con l’espulsione di Bianchi, capitano della Virtus, in seguito ad uno screzio proprio col numero 15 gialloblu. Ora si lotta punto a punto, e Legnaia effettua addirittura il sorpasso con capitan Del Secco. A 3’35 bella tripla di Nepi che segna la nuova parità a quota 49. E’ l’ultima vera fiammata di Siena che chiude sotto di 6 lunghezze la terza frazione di gioco: 55-49.

Nel quarto quarto i ragazzi di coach Spinello mettono in mostra un buon basket, costruiscono tante azioni interessanti, ma le percentuali al tiro sono bassissime in questi ultimi 10 minuti per i rossoblu. Tanti i tiri sbagliati da Zambonin e compagni nei minuti finali. Legnaia ha invece conserva una buona mira sia dalla lunga che dalla media distanza, con Gobbato prima e Catalano poi, riuscendo così a incrementare il vantaggio minuto dopo minuto e staccando definitivamente Siena. Nel finale c’è gloria anche per il classe 2005 Niccolò Pazzagli che si iscrive per la prima volta a referto nel campionato di Serie C Gold con un tiro libero. Finisce 74-59 e Legnaia chiude come meglio non poteva il 2021.

La prossima partita di campionato per l’Olimpia Legnaia è fissata per mercoledì 5 gennaio a Castelfiorentino.

Foto David Terzi e Sofia Rossi

Share it!

Leave a Reply