CANTINI LORANO SRL OLIMPIA LEGNAIA – PRATO DRAGONS 94 – 63

Importante e netta vittoria della Cantini Lorano srl Olimpia Legnaia ai danni della Pallacanestro Prato: 94-63. Con questo successo i gialloblu portano il loro record stagionale a 5 vittorie 2 sconfitte. Un ottimo inizio di stagione.

SERIE C GOLD TOSCANA – 7ª GIORNATA
SABATO 13 NOVEMBRE @ PALAFILARETE

OLIMPIA LEGNAIA – PRATO 94-63
(27-18, 48-39, 78-53, 94-63)

CANTINI LORANO SRL OLIMPIA LEGNAIA
Gobbato 15, Nikoci 13, Del Secco 12, Scampone 10, Guzzon 8, Catalano 13, Baldinotti 9, Susini 8, Andrei 4, Mpeck 2, Padoin, Carli.
All. Zanardo Ass. Armellini e Soldaini

SIBE PRATO
Magni 16, Staino 10, Danesi 10, Smecca 10, Navicelli 2, Pittoni 6, Marini 4, Vannini 3, Pacini 2, Manfredini Sisostri, Magni, Saccenti, Zardo.
All. Pinelli Ass. Gabbiani

Arbitri: Barbanti di Livorno e Piram di Campiglia Marittima (LI)

Cantini Lorano SRL

Inizio sprint dell’Olimpia Legnaia che si porta subito avanti di 8 punti, grazie anche alle triple di Guzzon e Scampone. Bisogna aspettare quasi il 4′ di gioco del primo quarto per vedere il primo canestro degli ospiti. Lo realizza Smecca portando il risultato sull’8-2. Ritmi alti e difese sotto stress portano entrambe le due squadre ad esaurire il bonus a metà quarto. Legnaia ha il merito di essere più precisa al tiro, mentre Prato spesso si affida alle iniziative di Magni. Notevole, fin dai primi minuti, anche il contributo di Nikoci sotto canestro.

Secondo quarto che si apre con Baldinotti protagonista: bel canestro dall’angolo del numero 9 gialloblu e punteggio sul 29-18. Prato in questa fase gioca bene, ma sbaglia molto al tiro. Chi non sbaglia è Susini: suo il canestro del 37-25, con cui supera agevolmente la difesa a zona dei pratesi. Legnaia gestisce il vantaggio, ma non riesca a staccare Prato, merito anche di Staino, le cui incursioni in area creano più di un problema ai gialloblu. Si va al riposo lungo sul 48-39.

Legnaia inizia alla grande il terzo quarto. Il solito Del Secco sfrutta al meglio il rimbalzo in attacco e porta subito il risultato sul 50-38. Poi è Scampone a colpire dalla lunga distanza: 58-39 a 7’12” e, con 19 punti di vantaggio, la partita ha preso ormai una direzione ben precisa. Anche perché Prato non sembra trovare risposte alle offensive legnaiole: Guzzon e Gobbato rincarano la dose di triple poco dopo, poi una serie di falli ospiti permette ai gialloblu di mettere a segno ben 9 tiri liberi consecutivi. Unica nota stonata, l’espulsione nel finale di frazione proprio di Gobbato causata da un doppio tecnico per simulazione: il numero 15 sarà costretto a lasciare il campo, ma non senza una standing ovation da parte dei sostenitori gialloblu.

Quando inizia il quarto quarto, il tabellone mostra il risultato di 78-53. Il risultato non è in dubbio, ma Prato ha il merito di lottare su ogni pallone. Gli ingressi di Manfredini Sisostri e Pittoni regalano energia ai pratesi, ma sono sempre Scampone e Nikoci a fare la differenza, rispettivamente in fase di regia e sotto il tabellone, ben coadiuvati anche dall’energia di Catalano. Tanti contropiedi, tante azioni forzate, da una parte e dall’altra, con la differenza che, al tiro, Legnaia è sempre più precisa di Prato e nel basket le percentuali al tiro fanno la differenza. Vittoria gialloblu importante e strameritata.

Il prossimo impegno dell’Olimpia Legnaia è fissato per sabato 27 novembre alle 21:15 in casa contro Spezia Basket, dato che la trasferta ad Arezzo in programma per sabato 20 novembre è stata rimandata a giovedì 16 dicembre (ore 21 al PalaEstra) a causa della convocazione nella Nazionale albanese di Eraldo Nikoci.

Share it!
Default image
cig
Articles: 123

Leave a Reply