CANTINI LORANO SRL OLIMPIA LEGNAIA – SYNERGY VALDARNO 83 – 87

La Cantini Lorano srl Olimpia Legnaia si arrende alla Synergy Valdarno al termine di una partita molto divertente e molto combattuta che ha appassionato gli spettatori accorsi sabato sera al PalaFilarete.

SERIE C GOLD TOSCANA – 5ª GIORNATA
SABATO 30 OTTOBRE @ PALAFILARETE

OLIMPIA LEGNAIA – VALDARNO 83-87
(25-21, 39-44, 54-61, 83-87)

CANTINI LORANO SRL OLIMPIA LEGNAIA
Del Secco 14, Scampone 13, Guzzon 14, Nikoci 8, Gobbato 11, Baldinotti 10, Andrei 3, Catalano 2, Susini 6, Mpeck 2, Privitera ne., Padoin ne.
Coach: Zanardo Ass. Armellini e Soldaini

SYNERGY VALDARNBìO
Cherubini 31, Resti T., Mjatovic 12, Diaw 5, Innocenti 5, Veseljnovic 14. Marchionni, Sgrua 5. Mancini 15, Mesina ne., Resti S. ne. Valle, ne.
Coach: Caimi Ass. Ratta

Arbitri: Uldanck di Pisa e Forte di Siena

Cantini Lorano SRL

Pronti, via ed è Cherubini ad iscriversi per primo nel tabellino dei marcatori: 3 punti per il play arancioverde che, a fine serata risulterà essere, di gran lunga, il migliore in campo. Synergy parte forte: 5-12 dopo poco più di 4 minuti nel primo quarto, Coach Zanardo non ci sta e chiama timeout. Le indicazioni del coach gialloblu funzionano: 13-14 a 3’29”, anche grazie all’entrata in campo di Susini che ha avuto un ottimo impatto sulla partita.

Nel 2° quarto ci pensa Diaw, con un bel coast to coast, a strappare l’applauso ai tanti tifosi ospiti presenti in tribuna. Questi 2 punti in contropiede portano il punteggio sul 25-23 a 9’28” dall’intervallo lungo. Purtroppo per lui saranno anche i suoi ultimi, perché successivamente un serio infortunio alla gamba lo costringerà a lasciare il campo addirittura in barella. A lui un sincero augurio di pronta guarigione. In campo però si continua a lottare punto a punto, con Legnaia che prova a far valere i centimetri in più di Nikoci sotto canestro, ma la Synergy mette in mostra contropiedi da manuale che permettono ai ragazzi di coach Caimi di andare negli spogliatoi avanti di 5 lunghezze: 39-44.

Inizio di terzo quarto caratterizzato da tanti falli, tanto nervosismo e tanti errori in lunetta. Ci pensa Sgrua a mettere ordine: sua la tripla del 43-49 a 7’40”. Inerzia della partita ora tutta a favore degli ospiti. Guzzon prova a invertire la rotta: tripla a 5’15” a tabellone che segna 48-56. Susini, come al solito, da il suo contributo: canestro a 1’35” e Legnaia sotto di soli 5 punti: 54-59.

Tante emozioni nel 4° quarto. Schiacciata di Baldinotti 8’14”: 60-63. La partita è apertissima e lo resterà fino alla fine. A 5’08” sul 64-65, coach Zanardo punta su Guzzon. L’entrata in campo del numero 3 gialloblu porta al sorpasso: 69-67 con la tripla di Guzzon a 4’00 dalla fine. La Synergy risponde colpo su colpo. A 1’40” tripla di Baldinotti e punteggio sul 71-71, cambiamento di fronte e immediata tripla di Veselinovic: 71-74. Synergy è più lucida nel concitato finale e tocca anche il +6 con un’altra bomba, stavolta di capitan Innocenti. Tutto finito? Macchè. Negli ultimi 60 secondi Legnaia colpisce ben quattro volte dall’arco dei 6.75 (due volte con Gobbato, poi anche con Scampone e Baldinotti) e, dopo ogni canestro realizzato, commette subito fallo per fermare il tempo. Il problema è che i gli arancioverdi dalla lunetta sono freddi e precisi. Punteggio finale: 83-87.

Nel prossimo turno, domenica 7 novembre, Legnaia sarà di scena a Quarrata.

Share it!
Default image
cig
Articles: 123

Leave a Reply